Igiaba Scego

Igiaba Scego (1974) è scrittrice e giornalista nata a Roma da una famiglia di origini somale. Ha un dottorato di ricerca in pedagogia (in temi postcoloniali) e all’attivo diverse collaborazioni con università in Italia e all’estero. Ha scritto il libro per ragazzi La nomade che amava Alfred Hitchcock (Sinnos), i romanzi Rhoda (Sinnos) e Oltre Babilonia (Donzelli). Ha curato il volume di racconti Italiani per vocazione (Cadmo) e insieme alla collega Ingy Mubiayi Quando nasci è una roulette (Terre di Mezzo), un reportage sui figli di migranti. Diversi suoi racconti sono apparsi in antologie a più mani, come Pecore Nere (Laterza) e Amori Bicolori (Laterza). Il memoir La mia casa è dove sono (Rizzoli) ha vinto il premio Mondello nel 2011. Al suo attivo ha anche il saggio Roma Negata. Percorsi postcoloniali nella città (Ediesse) in collaborazione con il fotografo Rino Bianchi. Un libro tra saggio ed esplorazione sui temi del colonialismo italiano. Attualmente collabora con la rivista Internazionale. Il suo ultimo romanzo si intitola Adua (Giunti), il ritratto di una donna alla ricerca di sé in un lungo viaggio dalla Somalia all’Italia. È autrice anche del libro per bambini Prestami le ali. Storia di Clara la Rinoceronte (Rrose Sélavy)

 

  • Evento 30 giugno, S’Antana ’e Susu ore 10.00, Dal Balcone
  • Evento 1 luglio, Didova  Scuola Elementare ore 16.30, Incontro