Wlodek Goldkorn

Giornalista di origini polacche, è stato a lungo responsabile del settore cultura del settimanale l’Espresso, periodico per cui ha lavorato prima come corrispondente da New York. Nel 1968 lascia la Polonia e si trasferisce a Firenze, dove vive tuttora. Negli anni Ottanta del XX secolo ha fondato e diretto L’ottavo giorno e L’Europa ritrovata, riviste dedicate alla storia e alla cultura dell’Europa centrale e orientale. È co-autore con Rudi Assuntino del libro Il Guardiano. Marek Edelman racconta (1998) e con Livi Bacci Massimo e Martini Mauro di Civiltà dell’Europa Orientale e del Mediterraneo(2001). Nel 2006 ha pubblicato La scelta di Abramo. Identità ebraiche e postmodernità . In Il bambino della neve (Feltrinelli 2016, Premio Sila 49 2016) si interroga sul senso della memoria ricostruendo la storia dei propri genitori, scampati agli orrori della seconda guerra mondiale. Nel 2018 è stato pubblicato con Laterza L’ultima lezione  scritto con Zigmunt Bauman.  Oggi è una firma dell’Espresso e di Repubblica. Foto © Ziga Koritnik

Evento 29 giugno, Piazza Sant’Antiocru ore 12.00, MEZZOGIORNO DI FUOCO

Evento 29 giugno, Piazza Mesu Bidda ore 17.30, Incontro

Evento 30 giugno, Piazza Sant’Antiocru ore 12.00, MEZZOGIORNO DI FUOCO

Evento 1 luglio, Piazza Sant’Antiocru ore 12.00, MEZZOGIORNO DI FUOCO