Tommaso Pincio

Nato a Roma nel 1963, Tommaso Pincio si diploma all’Accademia di Belle Arti nel 1985. Rinuncia quasi subito alla sua ambizione di diventare pittore, diventando direttore della galleria Gian Enzo Sperone cui resterà legato fino al 2005. Nel 1990 si trasferisce per un anno a New York dove lavora come assistente dell’artista Jonathan Lasker. L’esordio come scrittore arriva nel 1999 con il romanzo M., cui hanno fatto seguito, tra gli altri, Lo spazio sfinito (2000), Un amore dell’altro mondo (2002),  e Cinacittà (2008) e il recente Panorama, vincitore del premio Sinbad. Ha collaborato alla rivista Rolling Stone e alle pagine culturali della Repubblica e Il manifesto e altri quotidiani. È inoltre stato traduttore di opere di Francis Scott Fitzgerald, Jack Kerouac e Philip K. Dick. Foto © Lucia Re

  • Evento 1 Luglio, Piazza Mesu Bidda ore 17.30, ALTRE PROSPETTIVE